Burgos - Spagna

Forza la rigenerazione del filtro antiparticolato, va bene o male?

Rigenerazione forzata del filtro antiparticolato

I DPF contribuiscono a ridurre le emissioni e a catturare le particelle nocive e la fuliggine che vengono rilasciate nell'atmosfera.

Per evitare che i DPF si intasino, devono passare attraverso un cicli di rigenerazione ogni pochi minuti per bruciare in modo sicuro il particolato e trattenere la fuliggine fino al successivo ciclo di rigenerazione.

Quando il veicolo genera pi├╣ fuliggine del normale o le ceramiche del DPF sono in cattive condizioni, il ciclo di rigenerazione ├Ę pi├╣ breve e, col tempo, pu├▓ essere necessario forzare la rigenerazione se il filtro ├Ę troppo intasato.

Contenuto della forza di rigenerazione del filtro antiparticolato

Che cos'├Ę la rigenerazione del filtro antiparticolato?

I filtri antiparticolato sono progettati per contenere le particelle nocive e per potersi rigenerare di tanto in tanto.

Questo processo di riempimento, pulizia e svuotamento ├Ę chiamato rigenerazione del filtro antiparticolato.

La fuliggine creata dal processo di combustione del veicolo viene trattenuta nella ceramica del DPF e poi bruciata, evitando che il DPF si blocchi e intrappoli altra fuliggine.

Per effettuare questa rigenerazione, il filtro antiparticolato diesel deve raggiungere temperature elevate.

Rigenerazione DPF

Quando un DPF raggiunge un livello di riempimento per il particolato (PM) Con l'impostazione predefinita (circa 40%), la centralina attiva il processo di rigenerazione, che può iniettare fino a otto volte più carburante per corsa, una velocità necessaria per produrre temperature intorno ai 500°C.

C'├Ę due tipi di rigenerazione per ottenere questo risultato: rigenerazione attiva o rigenerazione passiva, anche se alcuni motori utilizzano una combinazione di entrambe.

Rigenerazione passiva del filtro antiparticolato

Il rigenerazione passiva del filtro antiparticolato si verifica quando si guida per lunghi periodi di tempo a velocità elevate e si raggiungono temperature molto alte nel sistema di scarico.

Guidando a 110 km/h o pi├╣ per un certo periodo di tempo, il gas di scarico si riscalda a sufficienza per bruciare le particelle di fuliggine intrappolate dal DPF.

Rigenerazione attiva del filtro antiparticolato

Poich├ę spesso gli automobilisti non guidano su autostrade o strade ad alta velocit├á, i produttori hanno proposto l'idea della rigenerazione attiva.

Il rigenerazione attiva del filtro antiparticolato si verifica quando il livello di fuliggine nel DPF ├Ę pari a circa 40-45 % della sua capacit├á.

Quando la fuliggine raggiunge questa percentuale, viene iniettato il carburante del postcombustore per aumentare la temperatura dei gas di scarico.

In questo modo, anche se il veicolo non viaggia ad alta velocità, il sistema di scarico si riscalda abbastanza da bruciare la fuliggine dal DPF ed eseguire la rigenerazione.

Qual ├Ę il problema?

Quando il veicolo viene fermato prima del completamento della rigenerazione, sul cruscotto pu├▓ comparire un'avvertenza.

Se non si guida per altri 15 minuti circa, la rigenerazione si interrompe e ci├▓ non ├Ę positivo.

Quando questo accade pi├╣ volte, la fuliggine si accumula sempre di pi├╣ fino a raggiungere alti livelli di saturazione.

Quando la rigenerazione non pu├▓ avvenire?

Ci sono alcuni motivi per cui la rigenerazione pu├▓ non avvenire:

  1. La spia di gestione del motore si accende in caso di guasto.
  2. Il serbatoio contiene meno di 20 litri di carburante o la spia del carburante ├Ę accesa.
  3. I sensori di pressione non funzionano correttamente.
  4. I tubi del sensore di pressione sono danneggiati: verificare il degrado sotto lo scudo termico.
  5. Il sistema EGR non funziona correttamente.
  6. L'olio motore ha una specifica sbagliata per il veicolo; dovrebbe essere a basso contenuto di ceneri.
  7. Il livello di additivo del carburante ├Ę troppo basso.

Rigenerazione forzata del filtro antiparticolato

rigenerazione forzata del filtro antiparticolato

Per realizzare un rigenerazione forzata del filtro antiparticolatoSe si utilizza uno scanner diagnostico, ├Ę necessario utilizzare uno scanner diagnostico.

Il processo di rigenerazione forzata pu├▓ durare fino a 30 minuti.

I DPF richiedono una manutenzione maggiore rispetto alle marmitte catalitiche.

Le ceneri dell'olio motore si accumulano sulle pareti interne della ceramica e nei pori.

Questo aumenta le pressioni nel DPF e, se intasato, pu├▓ addirittura danneggiare il motore.

Pertanto, la capacit├á rigenerativa del DPF ├Ę fondamentale per evitare guasti agli altri sistemi.

Se il DPF non si rigenera e il livello di PM supera i 90% o i 45 g, sarà necessario sostituire il DPF o il filtro di sicurezza. pulirlo con una macchina professionale come il DPF REVIVAL.

Quando si installa un nuovo DPF, la centralina deve essere resettata in modo che il sistema sappia che i valori sono quelli di un nuovo DPF e che la segnalazione di malfunzionamento non si attivi nuovamente.

Quindi, ├Ę bene forzare la rigenerazione del DPF?

A volte s├Č, a volte no.

A seconda dello stato di saturazione del DPF, pu├▓ essere adatto o meno.

Quando si raggiungono saturazioni elevate e la temperatura sale troppo, il materiale trattenuto all'interno pu├▓ espandersi e rompere la ceramica, rovinando il filtro antiparticolato.

Ci├▓ ├Ę dovuto al fatto che non si accumula solo fuliggine, ma anche cenere da oli e usura dei componenti stessi.

La cenereanche se il processo di combustione avviene durante le rigenerazioni, non viene eliminato e sta saturando il DPF.

Pertanto, per rimuovere questa cenere, ├Ę necessario pulire il filtro antiparticolato con una macchina che rimuove la cenere e la fuliggine, lasciando le pareti interne con la loro capacit├á di filtraggio come nuove.

Come si pu├▓ fare? Penso che siate sul sito giusto ; )

it_ITIT
Vogliamo parlare?
1
Ciao, come possiamo aiutarti?
Pronto?
Come possiamo aiutarla?